SEGNI DI FUOCO

Icon
SEGNI DI FUOCO

♈︎ ♌︎ ♐︎

I segni che appartengono alla triplicità di fuoco sono Ariete, Leone, Sagittario. Sono segni maschili, diurni, regali o comandanti, orientali, collerici, caldi e secchi, di sapore pungente. In questi segni incontriamo il domicilio diurno di Marte (Ariete) l’unico domicilio del Sole (Leone) e il domicilio diurno di Giove (Sagittario). Dopo questi segni zodiacali, vi sarà data una descrizione generale sui pianeti governatori della triplicità di fuoco, ovvero il Sole (diurno) e Giove (notturno).

ARIETE

Dice Picatrix: ha proprietà relative alla testa, presiede al capo, al volto, alla pupilla dell’occhio e alle orecchie, il suo colore è giallo oro misto al rosso, sapore amaro, i luoghi quelli arenosi, soffocanti, dove si incontrano i ladri, i metalli tutti quelli che interagiscono al fuoco, gli animali tutti quelli che hanno artigli. Dice Filosofia occulta: il segno appartiene ai serafini, dal latino ecclesiastico seaphim derivato a sua volta dal tardo ebraico seapin ovvero ardenti, sono il fuoco e l’ardore spirituale, sono addetti alla purificazione attraverso il fuoco catartico, simbolo della luce e dello splendore.

Secondo le energie talismaniche il suo primo aspetto (0-10°) è legato a Marte, questa energia è combattiva e combattente, vincete e battagliera, aggressiva nei confronti dei nemici, stiamo nella prima decade dell’ariete. Il suo secondo aspetto (10-20°) è legato al Sole, questa energia è altezzosa, elegante e raffinata, legata al prestigio, è una vibrazione che spinge alla conquista materiale e all’ontismo, siamo nella seconda decade. Il suo terzo aspetto (20-30°) è legato a Giove, qui stiamo in presenza di una energia che giudica, che sentenzia, fatta anche di un pizzico di moralità e di tradizione, aspira alla serenità, siamo nella terza decade.

Il segno Ariete è primaverile, equinoziale, convertibile, animoso, carnoso, non soggiogabile, curvo, liberale, direttivo e politico. Il segno è domicilio diurno di Marte, esaltazione del Sole, esilio di Venere, caduta di Saturno. 

Nel Thema Mundi (immagine del mondo creato) il segno Ariete occupa il Luogo Dieci perché intende rappresentare il comandante dell’intero zodiaco, è l’energia più potente perché esprime l’esplosione della vita e la rinascita incessante, occupando così il cuore del cielo assume l’immagine di una energia di manifestazione, ardente e incessante, in analogia al concetto della vita che esige esprimersi a tutti i costi.

Nell’approccio contemporaneo la modalità ariete è sintetizzata come l’energia vitale, in analogia alla primavera, al rinnovo della natura, la modalità è la foga della giovinezza, la sventatezza, in associazione al dio della fecondità Khnum. È simbolo dell’energia dinamica e della rigenerazione. Nella Bibbia incontriamo un Ariete come animale offerto in sacrifico a Dio in sostituzione a Isacco, al fine di salvare il figlio Abramo: ora so che tu temi Dio e non mi hai rifiutato tuo figlio, il tuo unico figlio. L’Ariete rappresenta la forza di determinazione e il coraggio della fede, è espiazione e devozione. Metallo Ferro. Pietra Ametista. Colore Rosso. Corpo Testa. Professioni posti direttivi, esercito, politica, mondo degli affari, libera professione. Paesi secondo Alain Yaouanc Germania, Giappone, Polonia.

ASCENDENTE ARIETE secondo Vettio Valente: coloro che nascono saranno illustri, distinti, imperiosi, giusti e odieranno ciò che è malvagio, arditi nei loro propositi, vanitosi, boriosi, instancabili, capricciosi, orgogliosi ed alteri, minacciosi, mutano rapidamente parere e sono ricchi di risorse: e se i dominatori sono ben posti o testimoniati da una benefica stella, diventano re, potenti, con potere di vita e di morte. Le indicazioni di Valente ricalcano molto l’immagine di Marte che è raffigurato spesso come un guerriero pronto alla rivoluzione pur di affermare le sue ragioni, pronto a difendere dai soprusi gli oppressi, incensante nella sua azione, quando necessario pronto all’attacco. I luoghi che hanno natura Ariete sono, secondo William Lilly: dove pascolano pecore e greggi, terreni sabbiosi o collinari, nascondigli dei ladri, il tetto delle abitazioni, soffitto e intonaco, ovili, stalle, terreni dissodati, terreni arati da poco.

LEONE

Dice Picatrix: governa la parte superiore del corpo, specialmente il cuore, petto, costole, preferisce colori che tendono al rosso e all’oro scuro, tutti i luoghi regali, le città imponenti, i luoghi dove ci sono strutture lussuose, castelli, luoghi che emanano potere e fierezza, eleganza, il suo sapore è amaro, pietre rubino, metallo oro, alberi a lungo fusto, animali quelli che hanno le zanne. Dice Filosofia Occulta: il segno appartiene alle Potenze Angeliche che rappresentano le manifestazioni del divino, intendono rappresentare la parte attiva della manifestazione divina.

Secondo le energie talismaniche il primo aspetto del Leone (0-10°) è del Sole, energia per conquistare benevolenza, affetto, prestigio, per radunare le bestie feroci e governarle, è quindi in analogia alla fierezza e alla leadership coraggiosa. Il secondo aspetto (10-20°) appartiene a Giove, energia per scacciare lupi e orsi affinché le greggi siano difese, dunque per analogia è energia di protezione, la modalità tende a difendere i propri spazi sacri dalle ingerenze esterne. Il terzo aspetto (20-30°) è della natura di Marte, energia utilizzata per radunare bestie feroci e usarle come arma di attacco, è una modalità aggressiva, violenta, qui la leadership è impositiva, l’energia è dominante e ingerente.

Il segno Leone è estivo, solido, stabile, immutabile, animoso e incline all’ira, osseo, inflessibile, retto, liberale, comandante, politico, pubblico, spirituale e intellettivo. Il segno è domicilio del Sole astro che governa le ore diurne, nonché esilio di Saturno.

Nel Thema Mundi (immagine del mondo creato) il Leone va ad occupare il Secondo Luogo detto Porta dell’Ade: intende qui rappresentare un’energia di soglia e divisione, ovvero il limite che separa la vita dalla morte. In molti cimiteri di tradizione araba, ma anche in molte lapidi celebri, sono posti di fronte i loculi dei leoni marmorei a simboleggiare il ricordo delle imprese gloriose o regali del defunto, ma che sottilmente assume anche le sembianze di animale totem preposto a difesa della Porte dell’Ade.

Nell’astrologia contemporanea questo segno è definito come sovranità dell’energia solare è una forte energia che intende rappresentare la vita nel suo ritmo incessante e animale, ovvero il ritmo del cuore continuo, ripetitivo, che non intende fermarsi mai. Molti testi di astrologia moderna lo definiscono anche come energia della natura, che in effetti può incarnare perché intende essere l’analogia della natura estremamente calda che porta a maturazione i frutti. Tuttavia molte leggende e miti ridicolizzano il coraggio leonino, come nella favola Il leone e il moscerino o Il leone e il topo di Jean de La Fontaine, oppure in numerose tradizioni folcloristiche e miti ancestrali come quelli legati a certe culture africane. Molte divinità femminili hanno la testa di Leone oppure combattono con un Leone, a simboleggiare che in questo segno incontriamo anche la potenza che matura ciò che è stato germinato, non solo dunque la forza fisica. Questa modalità rappresenta la fiducia in sé stessi, l’ambizione, il desiderio di riuscire ma anche narcisismo, opportunismo. Il suo metallo è l’Oro. La pietra il Rubino. Colore Giallo. Professioni posti direttivi, di potere, show-business, commercio di lusso, incarichi di rappresentanza, arte e spettacolo. Paesi secondo Alain Yaouanc Italia, Francia, Romania.

ASCENDENTE LEONE secondo Vettio Valentesi distinguono, sono virtuosi, immutabili, giusti, nemici del male, difficili a sottomettere, hanno in odio l’adulazione, sono benvolenti, pieni di orgoglio, se l’astro dominatore è in un angolo o unito ad una stella benevola, diventano illustri, famosi, della razza dei capi e di quella dei re. L’incredibile energia di leadership è molto vicina alle immagini del Sole che spesso viene rappresentato come quella di un condottiero che conduce verso la conquista e l’affermazione. I luoghi che  hanno natura Leone sono, secondo William Lilly, quelli frequentati da animali selvaggi, boschi, foreste, deserti, luoghi rocciosi, o inaccessibili, palazzi reali, castelli, parchi, il focolare ma anche il camino.

SAGITTARIO

Dice Picatrix: agisce fra le membra del corpo sulle natiche, tibie, fra i colori influenza il rosa tendente al rossiccio, e a qualsiasi colore variegato e screziato, fra i sapori governa quello amaro, fra i luoghi gli orti, i posti dove sostano i re, o dove vi è il fuoco, tra le pietre preziose lo smeraldo, tra gli animai l’uomo, gli uccelli, le serpi e i piccoli vermi. Dice Filosofia occulta: il segno governa la schiera degli Angeli ovvero il messaggero di Dio, l’intermediario tra Dio e Uomo, assolvendo in questo caso una funzione di mediazione e protezione, nonché di intercessione. In questo contesto l’Angelo rappresenta anche il desiderio dell’umanità di conoscere Dio, e quindi lo strumento attraverso cui cerchiamo di relazionarci al divino (attraverso la fede, la religione, la filosofia, il mito, le credenze, superstizioni).

Secondo le energie talismaniche Il primo aspetto della modalità Sagittario (0-10°) è di Giove, dotato di benevolenza, accordo, alleanza, ha una natura collaborativa e generosa, interessata anche ai piaceri sofisticati ed elaborati. Il secondo aspetto (10-20°) è della natura di Marte, qui l’energia Sagittario esprime i suoi caratteri pulsionali e animali, aggressivi, trasgressivi, che affliggono e rendono impavidi, in un certo senso emerge l’energia centaurica. Il terzo aspetto della modalità Sagittario (20-30°)  appartiene alla natura del Sole, l’energia che si manifesta in questo contesto è regale, gradevole, amorevole, infonde un senso di protezione ma anche di autorità morale e di grande piacevolezza.

Il segno Sagittario è autunnale, bicorporeo, convertibile, nervoso, retto, sociale. Il pianeta Giove trova in esso il suo domicilio diurno, il segno è per gli indiani esaltazione del Nodo Sud, inoltre è l’esilio di Mercurio.

Nel Thema Mundi (immagine del mondo creato) il segno Sagittario occupa il Sesto Luogo detto del Misero Declivio. Tra le varie nature del Sagittario emerge quella in associazione alle terre aride, montuose e difficili da coltivare. Il Luogo Sei rappresenta proprio una terra di difficile coltivazione, dove è necessario molto sforzo per rendere la terra seminabile, per questo è considerato settore della fatica, dove il Segno con la sua energia centaurica intende proprio rappresentare il duro lavoro.

Nell’astrologia contemporanea la natura del sagittario è osservata come una energia di avventura ed esplorazione. Viene accostato a questo simbolo astrale la leggenda dei centauri, non dobbiamo dimenticare infatti che il segno è metà umano e metà animale. Quindi qui vengono rappresentate le forze passionali-animali e le forze intellettive-umane che cercano un accordo tra loro. Proprio nell’approccio moderno, e della psicologia del profondo, il Sagittario è visto anche come energia centaurica quindi potenzialmente aggressiva, eccessiva, invadente e ingerente, che tuttavia è in continua relazione con il senso della vita, quindi un’energia si impavida ma che ha lo scopo di cercare e comprendere i valori più elevati della vita, alla ricerca della conoscenza più elevata. È definito anche come precettore degli eroi, esprime dunque potenza, tensione e dialettica verso il cielo, alti scopi e voglia di elevare la propria anima. In senso negativo è però egotismo, orgoglio, ambizione eccessiva, tracotanza, insoddisfazione perenne. Le professioni associate a questo segno sono turismo, pittura, cariche diplomatiche, amministrazione, esercito. Paesi secondo Alain Yaouanc Spagna, Ungheria, Australia, Marocco.

ASCENDENTE SAGITTARIO secondo Guido Bonatti: ingegnoso, astuto, che molte cose sa compiere, che sa determinare fatti ed eventi dei quali ben conosce l’esito e sa sedurre gli uomini e condurli a ciò che desidera, sia nel bene che nel male; e gli uomini ripongono in lui fiducia ed egli talvolta li inganna, giacché è stimato uomo leale, ma invero non si sa chi egli sia, né è in tutto fede o infedele. Bonatti ricalca questo aspetto di inganno collegandosi alla natura mutilata del Sagittario. I segni mutilati sono quei segni rappresentati da entità composte da due parti viventi estremamente diverse, il sagittario è una parte umana e una parte bestiale. Questa condizione rende i segni mutilati dotati di una energia potenzialmente ingannevole. I luoghi che appartengono alla natura del Sagittario, secondo William LIlly, sono le stalle, le scuderie di cavalli, i ricoveri per animali, le colline e luoghi sopraelevati difficili da lavorare, le stanze al piano di sopra, le cose vicino al fuoco.

SOLE

Governatore della triplicità di fuoco diurna. Pianeta o Luminare? Il termine più corretto secondo la nomenclatura astrologica è luminare infatti il Sole è diverso (come la Luna) dagli altri pianeti comuni. Sole e Luna sono considerati Luminari e Astri del Tempo. Il suo unico domicilio è il Leone quindi è in esilio in Aquario. Incontra esaltazione nell’Ariete, specialmente al 19°, e caduta in Bilancia, specialmente al 19°. La sua natura è calda e secca, pianeta maschile e diurno, è più temperato di Marte, ha molta dignità perché rappresenta l’affermazione, la fede, l’autorevolezza, l’intensità della vita e la sua manifestazione, alcuni infatti lo paragonano ad un pianeta benefico. In realtà il Sole decreta nel nostro grafico di nascita le qualità di gran parte i punti di nascita: dai suoi raggi ovvero dalla distanza che forma con gli altri punti di nascita sappiamo come i pianeti e i punti astronomici sono irradiati di luce visibile, quindi comprendiamo se gli altri pianeti – per esempio – sono ben riscaldati dal sole, o poco riscaldati da questa fonte di vita. L’eccesso di sole porta combustione, ovvero brucia. Il decesso, al contrario, rende un determinato punto eccessivamente freddo. Il Sole decreta la nostra nascita diurna o notturna, molto importante per comprendere come funzionano gli altri pianeti: per esempio se siamo nascita diurna significa che il Sole è sopra l’orizzonte, e se nel nostro grafico abbiamo pianeti in una dignità notturna, vediamo in essi una “contraddizione” rispetto alla qualità diurna della nascita, ovvero un conflitto. Quando il Sole è in debilità esso rappresenta l’arroganza, l’orgoglio eccessivo, il consumo di risorse esagerato, la spregiudicatezza, la violenza collerica, la distruzione totale specie se amplificata da aspetti severi di Marte e Saturno.

GIOVE

Governatore della triplicità di fuoco notturna. Pianeta collocato vicino Saturno, entrambi possiamo definirli come Grandi Architetti. Infatti sono i due astri più importanti anche nelle analisi mondiali. In particolare Giove è in domicilio diurno in Sagittario e notturno in Pesci. Giove è un pianeta diurno, maschile, moderatamente caldo e moderatamente umido, sanguigno, le sue qualità temperamentali sono estremamente equilibrate e temperate, quindi è per questo chiamato Grande Benefico, è dispensatore di sobrietà, giustizia e piaceri sociali. Quando armonico è magnanimo, fedele, corretto, desidera dare e conquistare il bene, indulgente verso gli altri, caritatevole, virtuoso e riconoscente. Mentre se disarmonico esprime una tendenza allo sperpero, a lasciarsi andare ai piaceri, all’ipocrisia, all’ostinazione, al fanatismo, all’esagerazione, all’adulazione. Giove nel nostro grafico di nascita permette anche di capire la qualità del nostro grado di ottimismo o di pessimismo nei confronti delle attività della vita.