Tag: halloween

Astrology

Halloween: perché si festeggia in queste giornate?

Perché festeggiamo questa ricorrenza proprio verso la fine di ottobre? Halloween è in realtà una tradizione e una ricorrenza antica, secondo lo storico Nicholas Rogers la sua origine è celtica, collegata alla festa di Samhain, e intendeva celebrare il capodanno celtico in uso 2 mila anni fa, specialmente tra i popoli dell’Inghilterra, dell’Irlanda e della Francia settentrionale. Quindi si tratta di una ricorrenza che oggi intende rievocare, anche inconsapevolmente, una delle poche tradizioni celtiche che sono festeggiate in tutto il mondo, in modo ludico e folcrloristo. Tuttavia, a livello astronomico il giorno di Halloween (31 ottobre) cade in un momento temporale molto particolare:

  • nel nostro emisfero ci troviamo nel cuore dell’autunno, a metà strada verso l’inverno;
  • nell’emisfero opposto ci troviamo nel cuore della primavera, a metà strada verso l’autunno;

A prescindere dall’emisfero di appartenenza, l’evento celebra a livello astronomico un momento temporale molto sottile, dove le energie stagionali si stanno preparando definitivamente a lasciar spazio a quella che giungerà poi, annunciata dal Sagittario per il nostro emisfero. Essendo Halloween una tradizione legata all’Europa e alla tradizione celtica, osserviamo brevemente nel nostro emisfero i segni in che modalità stagionale si presentano.

HALLOWEEN E L’AUTUNNO

La stagione autunnale inizia nel segno equinoziale della BILANCIA segno fortemente legato ad energia di preparazione mortifera: è la Bilancia che rievoca quella tenuta nelle mani di Anubi e di Maat, che pesa il cuore degli uomini e giudica le azioni dell’umanità, la Bilancia è nel Thema Mundi posta nel Fondo Cielo, quindi è pilastro fondante dell’intera Figura Celeste di cui decreta la Legge incorruttibile del Tempo. Nella sfera barbarica, a questo segno si incontrano costellazioni dal nome eloquente come Stige, Ade e Acheronte, quando la Luna è in Bilancia alcuni papiri magici di tradizione egizia suggeriscono la consultazione dei morti. Nel segno SCORPIONE, dove incontriamo il cuore dell’autunno, Proclo dice che avviene la dispersione dei semi, probabilmente evocando in questo concetto la semina autunnale, l’ultimo momento possibile per seminare qualcosa e produrre qualche frutto possibile. A questo segno incontriamo un potente simbolo di morte e guarigione, legato alla Dea Scorpione Selkis che ci viene in soccorso nel comprendere le energie scorpioniche: la dea pur essendo patrona dei veleni, accorreva in aiuto agli dei e agli uomini proprio in caso di avvelenamento, poiché anche custode dell’antidoto a tutti i veleni. Ma lo Scorpione è posto nel Thema Mundi nella V casa luogo in cui gioisce Venere, e luogo che insegna sul desiderio sessuale e sull’istinto erotico, finalizzato all’appagamento. Inoltre è segno della triplicità di acqua che è la più fertile e la più germinativa. Lo Scorpione è quindi veleno e antidoto, attraverso cui possiamo trascendere la vita e la morte per mezzo della celebrazione del piacere. Il segno che segue è quello del SAGITTARIO colui che ci porterà verso l’inverno. A questo segno erano associate indicazioni antiche circa la costruzione di Templi dedicati ad Asclepio, Igea e Serapide, i cui luoghi di culto funzionavano anche da nosocomio e luoghi di cura dalle tribolazioni del corpo. Non a caso il segno Sagittario è posto nel Thema Mundi proprio nel VI luogo, detto del misero declivio, dove la fallibilità del corpo esprime il suo senso più profondo, ostacolante la voglia di realizzare e consolidare: ovvero questo luogo ci ricorda che il corpo è soggetto a malattia e che la malattia miserabilmente blocca tutti i nostri progetti, li fa precipitare, e quindi ci conferisce l’importanza della cura e della terapia per rinforzare le membra in ogni tipo di attività umana. 

Le energie in gioco durante Halloween sono si scorpioniche, ma si trovano in una via di mezzo tra Bilancia e Sagittario. Nel centro appunto vi è il cuore dello scorpione. In questa giornata noi festeggiamo l’inizio delle stagioni che concorrono alla decomposizione e al ritiro: ci stiamo preparando al grande inverno ormai alle porte. Per questo si dice che durante la giornata di Halloween il mondo dei vivi e il mondo dei morti si avvicina di molto, perché tale vicinanza vuole ricordarci l’arrivo del freddo, della stagione in cui tutto si irrigidisce e la vita solare e spensierata vissuta sotto le energie della primavera e dell’estate, gradualmente scivolano via dando il posto alla sua controparte.